Quando non stai facendo marketing?

Scoprilo con questi 5 punti che ho individuato in svariati anni di attività 

Quando parliamo di Marketing e Comunicazione si apre un mondo (apparentemente) infinito di possibilità.
Negli anni di azienda prima, e in quelli di consulenza poi, ho realizzato che il marketing per diverse realtà italiane è un’entità ancora troppo spesso astratta e destrutturata.

Esistono aziende organizzate nelle quali vi è un ufficio marketing definito con ruoli – responsabilità- strategie e obiettivi chiari.
Esistono aziende con un referente marketing che fa miracoli, è un giocoliere e si destreggia come meglio riesce.
Esistono aziende che hanno un referente marketing tuttofare a cui è imputato qualche task specifico chiamato Marketing.

Allora quali sono gli indici che ci dicono se stiamo facendo Marketing con la M maiuscola oppure stiamo navigando a vista?


Ecco 5 punti per scoprirlo:

Il Piano di Marketing, questo sconosciuto.

Quando dialoghi con un’azienda che parla di marketing e di un piano e poi scopri che il piano non esiste se non nella testa di qualcuno, è doveroso specificare che: non hai alcun piano di marketing.

Se non ha stilato alcun documento ufficiale che metta nero su bianco obiettivi e azioni, questo non è marketing.

Non è raro incontrare aziende che vanno a braccio, corrono a spegnere incendi, corrono dietro le priorità del giorno e non hanno un piano e non ritengono neanche utile farlo “perché tanto facciamo sempre le stesse cose”. Invece è fondamentale redigerlo e per diverse ragioni, te ne racconto tre.

Primo perché non può (e non deve) rimanere patrimonio di pensiero di pochi l’agire aziendale. Deve diventare una mappa chiara e condivisa. Secondo, è un esercizio importante che ci aiuta a prendere consapevolezza di priorità e azioni e vogliamo che l’azienda prenda un impegno. Metterle nero su bianco significa stilare una carta di intenti, fare delle promesse di azioni chiare.

Terzo, stilare un piano di marketing con una lista di azioni a cui sono associate voci di budget economico, è la dimostrazione finale che dobbiamo procedere in un certo senso e con una certa spesa consapevole, e per un marketing manager è la benzina per il suo lavoro.

Non sei un Marketing Manager se non hai un budget da gestire.

La SWOT ANALISYS dimenticata

Direttamente collegato con il punto precedente, anche la SWOT Analisys rimane spesso carta scritta di tanti libri di marketing, una ben nota teoria che non tanti applicano.

E’ spesso associata a un’analisi troppo costosa e complessa, a una poco pratica e pragmatica attività e molti uffici Marketing neanche la hanno e neppure ci si avvicinano. Eppure deve essere un po’ come l’ABC da cui partire, e non si sta facendo marketing se non si ha mai fatto una valutazione di questo tipo. Stiamo improvvisando.

Tutti dicono che…. e tutti fanno

Non è con i “tutti dicono” e i “tutti fanno” che si realizzano dei piani di marketing eppure, spesso, sono figli di “sentito dire dal mercato…” che tutti seguono.

Nel marketing serio si raccolgono i feeling del mercato e si verificano, è con una valutazione oggettiva e con analisi di mercato alla mano che si stabiliscono gli assunti che possono guidarci verso una determinata strada.

Fratello del Tutti dicono, c’è il Tutti fanno e con tutti ci si riferisce ai competitor, anche questa è un’arma pericolosa perché noi non vogliamo annullarci in mezzo a tutti, vero? Se lo fanno tutti…

Il Marketing non è la tua brochure aziendale

Lo sviluppo di attività singole, fini a stesse, senza strategia, concept, senza relazione tra le varie azioni è un altro segnale che non stiamo facendo marketing.


L’esempio piu comune è la creazione di un documento commerciale ben fatto, lo sviluppo di una brochure è ottimo, altra cosa lavorare a una strategia di marketing che prevende lo sviluppo trasversale di azioni correlate tra cui una bella brochure.

Oppure la partecipazione ad una fiera è un altro caso molto tipico, dove non esiste ne un prima, ne un durante e ne un dopo. Un investimento importante che può significare uno spreco se non siamo pronti a partecipare dopo aver curato anche altri aspetti della nostro presenza sul mercato e online.

Ho provato tutto tutto ma non funziona

Mi è capitato di essere contattata per individuare delle azioni di marketing specifiche affinchè si verificasse un determinato risultato, MA: non voglio fare eventi, azioni sui social, non credo nelle newsletter, non ho un database, non stampo più nulla, le brochure non le legge nessuno, il sito è inutile e nulla funziona.

Cosa posso fare?

A parte questa mission impossible, il perché è stato ancora più emblematico: ho fatto tutto ma non ha funzionato. Forse non l’hai fatto come andava fatto. O forse lo hai fatto senza curare il prima e il dopo.

Se avvii una campagna e gli asset digitali (ad esempio) si reggono a malapena… stai solo facendoti del gran male.

Se fai adv per atterrare sul tuo sito che sta tirando l’ultimo respiro… ti stai facendo autogol.
Se compi delle azioni singole fine a stesse, senza guardare il tuo tutto, stai solo buttando via dei soldi

Questo fa il marketing, guarda al tutto e lavora al singolo.

Facciamo Marketing quando decidiamo di:

  • Destinare una parte dei ricavi ad iniziative di marketing, annualmente con regolarità: è negli anni che si semina e si raccoglie, non nell’azione di oggi
  • Delineare un perimetro fatto di dove siamo – chi siamo – come ci muoviamo e dove andiamo: siamo tutti d’accordo? Non c’è errore peggiore di vedere il marketing andare a destra e l’azienda a sinistra
  • Prenderci cura di tutti i flussi Customer Care anche interni, dobbiamo accertarci che l’azienda si muova all’unisono su principi – valori – promesse
  • Prenderci cura di tutti i touch point del customer journey (e sì anche il contratto è comunicazione)
  • Definire una strategia e disegniamo un piano di marketing per metterla in pista
  • Stabilire le azioni di questo piano e attribuire un valore economico collegandoci anche un risultato
  • Mettere, soprattutto, in campo un piano di marketing SOSTENIBILE, fatto di azioni che possiamo sostenere concretamente e professionalmente, non sporadicamente e senza continuità.

Se pensi di trovarti in un punto di questo articolo da cui vorresti uscire il prima possibile, sappi che ho sviluppato un tool di valutazione gratuita per offrirti un report di assessment veloce che potrà fin da subito darti una marcia in più.

E tu che azienda sei? E che marketing hai in messo in pista? Scopri il nostro tool

Se mi vuoi al tuo fianco per la tua crescita e definizione del tuo piano d’attacco, scrivimi